3
Per aiutarvi a mettere
in pratica l’agricoltura
conservativa
Seminatrice no till PS2045: semina flessibile ed efficiente
Questa seminatrice no till da 4,5 m a 26 file con distribuzione
pneumatica garantisce una semina e una fertilizzazione
di precisione per le aziende di medio-grandi dimensioni
e i contoterzisti. La configurazione flessibile propone una versione
solo seminatrice per una maggiore autonomia nella semina
e una versione duplice seminatrice-fertilizzatrice per limitare
il lavoro ad un’unica passata. La flessibilità viene mantenuta
in quanto l’operatore può posizionare la piastra divisoria in modo
da regolare il rapporto sementi/fertilizzante e tenere costantemente
sotto controllo i livelli di fertilizzante durante il lavoro.
Seminatrice PS2030: semina su misura
Questa seminatrice no till da 3 a 17 file assicura la massima
versatilità operativa in ogni tipo di terreno e prodotto
garantendo l’alta precisione di semina del grano minuto.
Il serbatoio delle sementi dosa accuratamente i semi
da foraggio, il grano minuto o i semi oleosi in modo
da controllare il rateo di applicazione per una germinazione
ottimale quando si lavora su terreni variabili. Inoltre la PS2030
mantiene una semina uniforme su terreni irregolari grazie
all’avanzato sistema di “flottazione”. Il suo design robusto,
unito alla facilità di utilizzo, fanno di questa macchina la scelta
perfetta per operazioni su terreni non omogenei e con differenti
varietà di prodotti.
la crescita naturale degli
organismi nella struttura
stessa del terreno.
Il terzo principio consiste
nella prassi della
diversificazione dei prodotti
coltivati al fine di limitare
l’impatto degli organismi
infestanti e migliorare
la qualità delle sostanze
organiche del suolo.
In questo modo le aziende
agricole possono realizzare
una gestione più sostenibile
dei fattori produttivi come
concimi e fertilizzanti,
riducendo gli sprechi
e migliorando i profitti.
Un vantaggio
per le aziende
e per l’ambiente
Una tecnica essenziale
dell’agricoltura conservativa
è l’eliminazione dei lavori
di preparazione del suolo,
detta in inglese ‘no till’ o
‘zero tillage’. Poiché consente
di ridurre i costi del carburante
e della manodopera,
questa pratica agricola
“in un’unica passata”
si rivela molto vantaggiosa
per le aziende agroalimentari.
Inoltre le rese aumentano
considerevolmente grazie
al minor costipamento
del suolo e alla maggiore
capacità germinativa.
Senza dimenticare che
limitando il consumo
di carburante e le emissioni
mentre si mantiene l’integrità
del suolo e si contrasta
l’erosione, si contribuisce
anche alla salute globale
del pianeta.
Grazie all’avanzato software
PLM
®
di New Holland,
l’utilizzo dei fattori produttivi
e le passate sul campo
possono essere gestiti
con la massima precisione
ed efficienza.
Le aziende agricole che già
utilizzano queste tecniche
dimostrano che l’agricoltura
conservativa è la strada
del futuro. Oltre all’aumento
delle rese, queste aziende
hanno segnalato
una significativa riduzione
dell’apporto di acqua
e di fertilizzante, l’aumento
della produttività del suolo
sul lungo periodo,
una migliore ritenzione idrica,
l’incremento delle sostanze
nutrienti e la diminuzione
dell’erosione sia idrica
che eolica.
Il partner idealer
Oggi New Holland mette a
disposizione degli agricoltori
una vasta gamma di
prodotti mirati alle attività
di agricoltura conservativa.
La tecnologia ECOBlue™
SCR di New Holland
per la conformità alle norme
Tier 4A aiuta le aziende
a contenere i costi
del carburante e a limitare
la propria impronta di CO
2
.
Utilizzando soluzioni PLM
®
avanzate, come la guida
automatica IntelliSteer™
completamente integrata,
la copertura del campo
risulta estremamente
accurata, mentre utilizzando
sistemi di controllo del
traffico e il software PLM
®
è possibile ridurre al minimo
le passate assicurando
al contempo una copertura
uniforme. Mantenere
l’integrità del suolo è più
facile con le macchine
New Holland: ad esempio
con il rapporto
peso-potenza ottimizzato
dei trattori T6 e T7 o
con i cingoli di gomma
SmartTrax™
delle mietitrebbie CR
è possibile ridurre
il compattamento
del terreno. Inoltre il sistema
Opti-Spread™ della gamma
CR assicura lo spargimento
ad ampio raggio di residui
finemente trinciati
che producono
una pacciamatura uniforme.
Una riduzione dell’apporto
di fattori produttivi può
essere ottenuta mediante
soluzioni innovative come
il sistema di controllo
IntelliRate™, in grado
di ottimizzare la precisione
di spargimento tramite
sezioni della barra a
controllo indipendente
per prevenire dispendiose
sovrapposizioni e
disallineamenti.
Le sfide
di domani
In qualità di partner
dello IAD (Institut de
l’Agriculture Durable),
centro di eccellenza creato
per analizzare e dibattere
strategie, nonché per ideare
progetti e iniziative per far
fronte alle sfide agricole
del 2050, New Holland
si impegna attivamente
per migliorare l’ambiente
e l’attività agricola in generale.
“L’agricoltura conservativa
non si limita a incrementare
i profitti degli agricoltori, ma
anche a migliorare l’ambiente
in cui si trovano ad operare,
per questo l’abbiamo messa
al centro della nostra strategia
Clean Energy Leader,” spiega
Franco Fusignani, Presidente
di New Holland Agriculture.
“Al momento stiamo
lanciando delle seminatrici ‘
no till’ per promuovere
questa nuova tecnica
agronomica.” New Holland
continuerà a sostenere
le aziende nel passaggio
a pratiche agricole più
sostenibili fornendo le migliori
macchine ed attrezzature
per attuare concretamente
i principi dell’agricoltura
conservativa. Lavoreremo a
stretto contatto con esperti
e agronomi per individuare
le soluzioni più adatte ad
affrontare le sfide del futuro.
Siamo il partner ideale per migliorare
la vostra attività e l’ambiente, creando
già da oggi le soluzioni per affrontare
e sfide di domani
1,2 4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,...20